Condizioni generali d’ordine2020-03-02T08:38:53+00:00

Last updated: Tuesday December 11, 2018

Condizioni generali d’ordine

1. Campo di applicazione

1.1. I rapporti giuridici tra Calzavara S.p.A. (di seguito calzavara) e il Fornitore (di seguito “fornitore”) si orientano esclusivamente secondo le presenti e seguenti condizioni (“CGO”) e gli eventuali altri accordi singolarmente conclusi.

1.2. Le modifiche e le integrazioni delle presenti condizioni necessitano della forma scritta. Questo vale anche per le deroghe dal requisito della forma scritta.

1.3. Ogni modifica delle presenti CGO da parte di calzavara diviene condizione contrattuale tra Calzavara e il fornitore, se il fornitore approva tale modifica o non si oppone per iscritto entro un mese dalla comunicazione della modifica.

1.4. Eventuali presenze contestuali di Accordi di Fornitura a Lungo Termine e/o Accordi di Qualità, potranno comportare condizioni specifiche e prevalenti sul presente GCO.

2. Ordinazioni

2.1. Le ordinazioni e la loro accettazione da parte del fornitore, come anche gli ordini di consegna da parte di calzavara (incluse eventuali variazioni e integrazioni), possono venire eseguiti in forma cartacea o elettronica. Vale esclusivamente il testo dell’ordinazione utilizzata da calzavara in rapporto alle presenti condizioni. Le ordinazioni verbali o telefoniche sono quindi vincolanti solo se vengono confermate per iscritto da calzavara.

2.2. Se la conferma d’ordine del fornitore non perviene a calzavara entro una settimana dal ricevimento dell’ordinazione da parte del fornitore, calzavara è autorizzata alla cancellazione. Gli ordini di consegna in virtù di contratti base esistenti divengono vincolanti al più tardi quando il fornitore entro tre giorni dal ricevimento dell’ordine non si oppone per iscritto, a meno che nel contratto base sia stato stabilito diversamente.

2.3. calzavara può richiedere, nei limiti del ragionevole per il fornitore, modifiche dell’oggetto di consegna o della prestazione o dell’esecuzione ordinate. Le conseguenze, in particolare sulle spese supplementari e sulle riduzioni dei costi nonché sui termini di consegna, devono essere adeguatamente regolate di comune accordo.

3. Consegna e spedizione

3.1. Il fornitore si impegna ad osservare la quantità delle merci o delle opere da realizzare (di seguito “merce”) o delle prestazioni da fornire (di seguito “prestazioni”) nonché le scadenze o i termini di consegna indicati nell’ordinazione. Determinante per l’osservanza della scadenza o del termine di consegna è il ricevimento della merce o la fornitura della prestazione presso l’indirizzo di consegna indicato da calzavara nell’ordinazione.

3.2. Se il fornitore ritiene che una consegna o una fornitura non siano possibili del tutto o in parte per il termine di consegna o entro la scadenza di consegna concordata, egli deve comunicarlo per iscritto a calzavara indicando la durata del ritardo e i motivi. I diritti e le rivendicazioni spettanti a calzavara a causa del ritardo non vengono pregiudicati da questa comunicazione.

3.3. Qualora la comunicazione del ritardo da parte del fornitore non abbia luogo, calzavara è autorizzata a rifiutare il ricevimento di merci o di prestazioni che non avvenga per il termine indicato nell’ordinazione o entro la scadenza di consegna concordata oppure a prolungare la scadenza di consegna. La merce può venire rispedita al mittente a spese e rischio del fornitore. Se una consegna non avviene entro un termine di proroga adeguato, calzavara è autorizzata al recesso. Qualora calzavara accettasse la merce consegnata in ritardo si applicheranno le penali esplicitate nell’ordine di acquisto.

3.4. Le consegne parziali sono consentite solo dietro preventivo consenso scritto da parte di calzavara.

3.5. Se non diversamente concordato, tutte le spese accessorie della consegna sono a carico del fornitore.

3.6. Le merci da consegnare devono essere imballate in modo conforme al prodotto, nell’osservanza delle prescrizioni generali dell’impresa di trasporti. Le consegne devono essere assicurate a spese del fornitore contro i danni dovuti al trasporto.

3.7. Il pericolo della perdita casuale e del deterioramento casuale passa a calzavara con la consegna.

3.8. Se avviene una suddivisione della consegna o della fornitura della prestazione, l’obbligo di accettazione da parte di calzavara sussiste solo per le merci indicate in questa suddivisione di consegna.

4. Denuncia dei vizi

4.1. calzavara denuncerà per iscritto i vizi della merce o della prestazione, non appena essi vengano accertati nelle condizioni di un normale andamento degli affari.

4.2. Qualora vengano interessati accordi relativi all’assicurazione della qualità, il loro contenuto prevale sui regolamenti qui riportati.

5. Prezzi e condizioni di pagamento

5.1. Se non diversamente concordato, tutti i prezzi si intendono comprensivi dell’imposta di legge sugli affari di volta in volta vigente.

5.2. Le fatture devono venire redatte dal fornitore immediatamente dopo la spedizione della merce. L’imposta di legge sugli affari deve essere fatta figurare separatamente.

5.3. Se non sono state concordate diverse condizioni di pagamento. I pagamenti avvengono, a scelta di calzavara, con bonifico.

6. Concessione di diritti

6.1. Con il ricevimento della merce ordinata e, nel caso di una prestazione d’opera dal momento della sua origine attuale, il fornitore concede a calzavara tutti i diritti di godimento e di utilizzazione esclusivi, irrevocabili, trasmissibili, illimitati nel tempo, nello spazio e nel contenuto per tutti i tipi di godimento e di utilizzazione, in quanto e nella misura in cui la merce o la prestazione costituiscano prodotti del lavoro soggetti a diritto di protezione e/o siano sottoposti a diritti di protezione industriale.

6.2. È compreso anche il diritto di riprodurre, divulgare, rielaborare, trasformare, modificare nonché ampliare le opere messe a disposizione. Contemporaneamente viene fornito a calzavara il consenso alla trasmissione a terzi dei diritti di godimento ceduti.

7. Diritti di protezione di terzi

7.1. Il fornitore garantisce che i materiali e le prestazioni, da lui forniti nel quadro dell’adempimento del rispettivo contratto, e i loro contenuti sono esenti da diritti di protezione di terzi. Il fornitore libera pertanto calzavara da possibili rivendicazioni di terzi e risarcisce tutti i danni derivanti dall’eventuale violazione di questo obbligo.

8. Utensili, modelli

8.1. I costi degli utensili e modelli necessari per la fabbricazione delle merci ordinate nonché la loro manutenzione e il loro rinnovamento sono in linea di principio a carico del fornitore, a meno che sia diversamente stabilito da differenti accordi espliciti e scritti.

8.2. Utensili, modelli, matrici, calibri e simili nonché disegni, prescrizioni di materiali, supporti dati e altri supporti di informazioni messi a disposizione del fornitore da calzavara per l’attuazione di un contratto rimangono proprietà di calzavara e devono essere restituiti senza richiesta dopo l’espletamento del contratto. Essi devono essere conservati in modo confidenziale con cura dal fornitore a proprie spese, devono essere protetti specialmente dalla visione di persone non autorizzate, protetti da danneggiamenti di qualsiasi tipo e utilizzati solo per gli scopi di calzavara. In particolare il fornitore non è autorizzato a riprodurre questi beni, a meno che la riproduzione sia necessaria per l’attuazione del contratto.

9. Norme esecutive

9.1. Qualora il fornitore riceva da calzavara disegni, campioni o altre prescrizioni, queste hanno carattere normativo solo per il tipo, la qualità e l’esecuzione delle merci da consegnare.

9.2. Qualora calzavara richieda campioni reali, la produzione in serie può iniziare solo dopo autorizzazione scritta del campione. Eventuali obiezioni del fornitore riguardo alle specifiche di calzavara devono essere comunicate immediatamente per iscritto prima dell’inizio della produzione in serie. In tali casi la produzione in serie può venire iniziata solo dietro ulteriore istruzione scritta da parte di calzavara.

9.3. Il fornitore è tenuto a controllare la correttezza materiale dell’ordinazione e di tutte le prescrizioni, disegni o altri documenti di calzavara e a informare immediatamente calzavara riguardo a eventuali errori prima dell’esecuzione dell’ordinazione. Se errori di questo genere possono venire scoperti con un regolare controllo da parte del fornitore, ma vengono scoperti in un momento successivo all’esecuzione dell’ordinazione, calzavara non è tenuta ad assumere le spese supplementari da ciò derivanti.

10. Garanzia

10.1. calzavara comunicherà per iscritto al fornitore i vizi palesi della fornitura/prestazione entro una scadenza adeguata a partire dalla consegna. Viene esclusa l’accettazione fittizia dei vizi, a meno che essa sia prevista da regolamentazioni di legge cogenti.

10.2. Qualora la consegna di merci e prestazioni sia soggetta a vizi, calzavara può richiedere quanto segue. Nel caso di un vizio, calzavara può richiedere al fornitore a propria libera scelta l’eliminazione del vizio o la sostituzione della cosa. Qualora i vizi contestati al fornitore non vengano rimossi entro un termine di proroga appropriato stabilito per iscritto oppure qualora un tentativo di eliminazione dei vizi fallisca, calzavara è autorizzata a recedere dal contratto oppure a richiedere un’adeguata riduzione del prezzo. Se il termine appropriato stabilito per l’adempimento riparatorio trascorre inutilmente, calzavara è autorizzata a eliminare autonomamente il vizio o a farlo eliminare da terzi su proprio incarico e a richiedere il risarcimento delle spese necessarie, a meno che sia diversamente stabilito da norme di legge cogenti. Resta inoltre esplicitamente riservato l’esercizio del diritto di calzavara al risarcimento dei danni. Se il fornitore ha fornito una garanzia per la qualità o la durata della merce ordinata, calzavara può peraltro fare valere anche i diritti derivanti dalla garanzia.

10.3. Il pagamento totale o parziale della remunerazione concordata da parte di calzavara prima dell’accertamento dei vizi non costituisce riconoscimento dell’assenza di vizi nella merce.

10.4. I diritti derivanti da responsabilità per vizi della cosa cadono in prescrizione dopo tre anni dalla consegna della merce, a meno che la legge preveda termini di prescrizione più lunghi o più brevi o un altro inizio del periodo di validità.

11. Responsabilità

11.1. A meno di una diversa regolamentazione della responsabilità contenuta in altro luogo delle presenti condizioni, il fornitore è tenuto al risarcimento secondo le disposizioni di legge del danno derivante direttamente o indirettamente al committente a seguito di una consegna affetta da errori o vizi della cosa, a causa di violazione delle norme di sicurezza o per altri motivi giuridici imputabili al fornitore. È esclusa una limitazione di responsabilità del fornitore alla premeditazione o colpa grave, a meno che sia diversamente stabilito da norme di legge cogenti.

12. Recesso

12.1. Se le parti hanno stabilito un giorno di calendario come termine di consegna / prestazione e la consegna/prestazione non avviene entro il termine previsto – e nemmeno entro il termine di proroga stabilito da calzavara – calzavara può recedere dal contratto. Rimangono riservati in questo caso i diritti di legge e contrattuali di calzavara, in particolare il diritto di richiedere, invece o oltre al recesso, il risarcimento dei danni per inadempienza, a meno che sia diversamente stabilito da norme di legge cogenti.

13. Segretezza

13.1. Il fornitore si impegna a mantenere l’assoluto silenzio nei confronti di terzi, riguardo alle pratiche commerciali venute a sua conoscenza nel quadro della collaborazione, a non comunicarle a terzi e/o a non sfruttarle in alcun modo. In questo rientrano in particolare segreti commerciali e d’azienda e altre informazioni relative ad attività commerciali passate, presenti e future di calzavara e dei suoi collaboratori.

13.2. Nell’obbligo di segretezza sono comprese sia le conoscenze su calzavara ottenute, sia le informazioni su terzi (per es. fornitori, partner commerciali, clienti di calzavara) che divengono note nel corso dell’attività.

13.3. Sono esclusi dall’obbligo di segretezza fatti o informazioni generalmente conosciuti che erano già noti in precedenza al fornitore senza obbligo di segretezza oppure sono stati comunicati o ceduti legittimamente da un terzo senza obbligo di segretezza oppure sono stati sviluppati dal fornitore in modo dimostratamente indipendente oppure sono stati oggetto di divulgazione autorizzata per iscritto da calzavara.

13.4. Il fornitore si impegna ad obbligare i propri dipendenti e lavoranti alla segretezza. La dichiarazione d’obbligo deve, su richiesta, venire presentata a calzavara. Il fornitore garantisce ugualmente per il comportamento dei propri dipendenti e lavoranti e dei subappaltatori autorizzati da calzavara.

14. Compensazione e cessione

14.2. I diritti e gli obblighi del fornitore derivanti dalla relazione contrattuale con calzavara possono venire ceduti ad un terzo solo dietro preventiva autorizzazione scritta da parte di calzavara.

15. Disposizioni finali

15.1. Il fornitore non è autorizzato ad impiegare subappaltatori senza il preventivo consenso scritto di calzavara.

15.2. Il luogo d’adempimento si stabilisce secondo l’indirizzo di consegna indicato da calzavara’s nella rispettiva ordinazione.

15.3. Come foro competente per tutte le controversie derivanti dalla relazione d’affari viene concordato il tribunale competente per la sede legale di calzavara.

15.4. Vale di volta in volta il diritto nazionale dello Stato nel quale si trova la sede commerciale di calzavara. È esclusa l’applicabilità della Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionale dei beni (CISG) e delle disposizioni del diritto dei conflitti di leggi che richiederebbero l’applicazione di un altro diritto.

15.5. Se una disposizione delle presenti CGO dovesse essere o diventare inefficace, l’efficacia delle CGO rimane per il resto inalterata. In luogo della disposizione inefficace deve valere la regolamentazione di legge. Se la regolamentazione di legge è assente, la disposizione inefficace deve essere sostituita da una regolamentazione corrispondente sotto il profilo del successo economico. Lo stesso vale in caso di lacune regolamentari.

Scarica il documento General_purchase_terms.pdf

 
 

Company

Telecommunications & Broadcasting

Lighting Engineering Solutions

Security Engineering Solutions

Marchi